Ricette con Ceci

Cena del pastore turco

In data odierna si celebra il cosiddetto “Everybody draw Mohammed day”, una giornata dedicata all'irriverenza religiosa in cui si esorta chiunque a disegnare una raffigurazione del profeta islamico Maometto e di metterla in mostra, come atto di sfida verso la censura religiosa ed espressione di libertà.

L'idea della giornata è nata su Internet (è incredibile come la grande rete dia sempre origine a fenomeni geniali ed utilissimi, vero?!) dopo la censura dei network televisivi di alcune puntate di “South Park” che ritraevano proprio Maometto. Oltre a questo, la giornata ha anche il compito più serio e grave di ricordare il brutale omicidio di Theo van Gogh dovuto all'esecuzione di una fatwa contro di lui.

Il nostro blog rappresenta di certo la libertà (di farsi del male in cucina) e quindi partecipa attivamente a questa giornata. Tuttavia, sia per evitare di essere violentemente sgozzati durante la nostra prossima visita ad Amsterdam, sia perché dopotutto non siamo disegnatori ma cuochi, rappresenteremo Maometto con una ricetta invece che in forma grafica.

Il messaggero di Allah, prima della rivelazione, era principalmente un semplice pastore arabo. Cosa di meglio quindi che preparare una leggera cena da pastore dai toni mediorientali? Qualsiasi cosa in effetti. Ma ormai è troppo tardi per cambiare idea...

Avanti…

Menù Dantesco

Nella nostra lunga carriera di blogger e cuochi scalcinati, ci hanno spesso riempito di epiteti (e di insulti... effettivamente più insulti che epiteti, a pensarci bene). Tra gli epiteti più gettonati possiamo annoverare quello di “sommi cuochi” o “cuoco vate” (oppure era “cuoco water”?), casualmente gli stessi titoli che si usano solitamente per parlare di Dante Alighieri, il sommo poeta.

Quest'oggi celebriamo una ricorrenza estremamente significativa legata proprio a questo personaggio storico: l'anniversario della prima stampa della “Divina Commedia” di Dante, avvenuta il giorno 11 Aprile del 1472. L'occasione, inoltre, è particolarmente significativa perché la stampa è stata prodotta proprio a Foligno, vicino ai luoghi in cui bazzica solitamente Lorenz quando non si trova in qualche rifugio alpino.

Notate anche che la preziosa prima edizione della “Commedia” è — come tutto del resto — disponibile per l'acquisto su Amazon.com (noi otteniamo una piccola percentuale, per cui se doveste acquistarne una copia il ricavato basterebbe per mandare avanti il blog per circa 8 anni).

In segno di rispetto verso l'opera di Dante, il nostro menù dantesco sarà suddiviso in 3 portate che rispecchiano le tre cantiche della Commedia: Una nuova speranza, L'Impero colpisce ancora e Il ritorno... no, aspetta. Inferno, Purgatorio e Paradiso. Ecco.

Bando alle ciance:
Incomincia la Comedia di Dante Alleghieri di Fiorenza, ne la quale tratta de le pene e punimenti de’ vizi e de’ meriti e premi de le virtù...

Vuoi leggere il resto?

Thanksgiving hamburgers!

Thanksgiving hamburgers!

Il trend filo-americano del nostro blog — dopo la ricetta di Halloween — continua senza cedimento. Oggi è il “Giorno del ringraziamento”, una festività celebrata negli Stati Uniti ed alcuni loro stati fantoccio (come il Canada).

Se vi chiedete del perché di questa nostra affezione, la motivazione è duplice: in primo luogo, il pubblico statunitense è in larga parte obeso e quindi il target ideale per le nostre ricette lesive al fegato. In seconda battuta, la massa totale degli abitanti degli Stati Uniti è molto maggiore di quella locale e pertanto ci attrae — gravitazionalmente parlando.

In questo post prepareremo degli ottimi hamburger e lo faremo pensando a 3 categorie specifiche di fruitori: onnivori, vegetariani e minerali. La scelta degli hamburger si è rivelata obbligatoria, visto che la preparazione di un tacchino vegetale ci è parsa al di là delle nostre possibilità.

Continua…

Momento pubblicità