Tag “Ringraziamento”

Peccaminoso Mac ’n Cheese

Peccaminoso Mac ’n Cheese

Non apprezziamo fino in fondo il fatto che—nonostante l’importazione di festività aliene come Halloween e le relative tradizioni—questo processo non si sia spinto fino al Thanksgiving americano. (Se non per le sue deiezioni più commerciali come l’onnipresente “Black Friday” o “Cyber Monday”. Amazon, prendimi e fammi tuo!)

Per ergerci oggi a paladini del rifiuto di queste tradizioni esotiche, vorremmo instaurare oggi il “giorno del ringraziamento per il fatto di non dover festeggiare il Thanksgiving”! Pensate, l’orrore di un intero giorno con i vostri familiari, a discutere del fatto che non abbiate ancora un lavoro serio, ad evitare i discorsi di vostro zio che ce l’ha ancora col governo per non aver salvato i marò (?), a recuperare parenti stressati da 3 giorni e notti in bianco a cucinare… ci basta il Natale per questo.

Nel celebrare questo ringraziamento alternativo non prepareremo però un classico tacchino ripieno (ricordatevi sempre che il tacchino somiglia ad una vagina rovesciata attaccata ad una trapunta, molto appetitoso!). Bensì riprenderemo un altro piatto super-tipico del continente americano: il Mac ’n Cheese, una pasta al forno sepolta in un blocco di formaggio ed una crosta di gustoso pangrattato.

Ancora, ancora, ancora!

Giorno dell’aggiornamento

Due anni fa, per celebrare il celebre “Giorno del Ringraziamento” (un giorno che in realtà dovrebbe ricordare alle popolazioni invase dai coloni che aiutarli è una pessima idea), avevamo realizzato dei gustosissimi hamburger che raffiguravano in qualche modo gli attriti della colonizzazione (con tanta immaginazione e tanti copricapi).

Quest'anno invece intendiamo deliziarvi (a differenza del solito) con un aggiornamento importante: la nuova veste grafica del nostro blog (che ha più di due anni a questo punto, ma li porta piuttosto bene)!

La nuova grafica — frutto di tanti mesi di lavoro buttato al vento impegno e sudore, realizzata anche grazie all'apporto di un certo fratello più o meno volontario (spesso sfruttato come chef o come surrogato) — oltre all'aspetto molto più gradevole offre un sacco di nuove funzioni: le ricette sono categorizzate in maniera accurata, in base alla cucina, in base alle varie portate e addirittura in base agli ingredienti presenti. Cercare la ricetta perfettamente sbagliata non è mai stato così facile!

E visto che sicuramente non avete altro da fare, potete approfittare subito dei tag casuali collocati proprio in fondo alla pagina ed andare alla ricerca di qualche piano diabolico che possa meglio farvi apprezzare la nuova grafica. (Il rosso si abbina perfettamente con un incendio in cucina, non trovate?)

Anche un commento è sempre apprezzato! Positivo, se possibile. Altrimenti ci facciamo andar bene qualsiasi cosa…

Thanksgiving hamburgers!

Thanksgiving hamburgers!

Il trend filo-americano del nostro blog — dopo la ricetta di Halloween — continua senza cedimento. Oggi è il “Giorno del ringraziamento”, una festività celebrata negli Stati Uniti ed alcuni loro stati fantoccio (come il Canada).

Se vi chiedete del perché di questa nostra affezione, la motivazione è duplice: in primo luogo, il pubblico statunitense è in larga parte obeso e quindi il target ideale per le nostre ricette lesive al fegato. In seconda battuta, la massa totale degli abitanti degli Stati Uniti è molto maggiore di quella locale e pertanto ci attrae — gravitazionalmente parlando.

In questo post prepareremo degli ottimi hamburger e lo faremo pensando a 3 categorie specifiche di fruitori: onnivori, vegetariani e minerali. La scelta degli hamburger si è rivelata obbligatoria, visto che la preparazione di un tacchino vegetale ci è parsa al di là delle nostre possibilità.

Continua a leggere, senza timore…

Momento pubblicità