Tag “Intervista”

Dummies a S. Valentino

Dummies a S. Valentino

È sempre un piacere quando la propria esperienza è oggetto di un’interessante intervista. Proprio per questo motivo, non ci sappiamo spiegare perché la gentilissima Maria Chiara Greco abbia deciso di rivolgersi a noi per parlare di cose di cui, obiettivamente, non sappiamo proprio nulla: cucina e romanticismo.

Se anche voi doveste nutrire i nostri stessi dubbi (“Da che estremità si sbuccia la banana?” “L’acqua salata arriva prima ad ebollizione?” “Elvis è veramente morto?”), vi consigliamo di leggere i nostri imperdibili consigli per San Valentino, direttamente dalle pagine de Il Giornale del Cibo.

Buona lettura!

Interview for dummies

Di solito tutti i più grandi chef del mondo sono bravi fra i fornelli quanto persone orribili nella vita di tutti i giorni — sì, stiamo pensando a Gordon Ramsey di Hell’s Kitchen — ed è proprio per rafforzare questa convinzione che, alla richiesta di essere intervistati da un popolare blog di design ed oggettistica di tendenza, abbiamo risposto subito positivamente. Chiaramente con la speranza di rientrare anche noi prima o poi nella categoria “oggettistica di tendenza” (ma anche solo “oggettistica” ci andrebbe bene. A dir la verità anche solo “di”...).

Sembrerà strano e quasi inconcepibile a voi lettori, ma la nostra incompetenza in cucina è messa in ombra soltanto dalla nostra — molto maggiore e molto più pericolosa — incompetenza informatica. Comprovata perfettamente dalle nostre diverse lauree che siamo soliti usare come tovagliette (e vi assicuriamo che le lauree urbinati in pergamena assorbono molto meglio degli Scottex). Fatto sta che, dovendo fare l'intervista tramite Skype, abbiamo dovuto superare non pochi problemi tecnici. Problemi causati principalmente dal fatto che stessimo usando delle patate al posto dei mouse...

Dopo una lunga serie di imprecazioni, ma altrettante scoperte (sapete ad esempio che le porte USB hanno una forma che le rende ideali per la creazione di patatine fritte?), siamo riusciti a concludere un dialogo più o meno sensato (sicuramente non da parte nostra, sia ben chiaro) con la nostra intervistatrice Elisa. Come risultato abbiamo ottenuto un lungo file audio pieno di silenzi imbarazzati, sghignazzi vari, un devastante senso di inadeguatezza e una tastiera piuttosto unta... insomma praticamente una tipica sessione di cucina. Fortunatamente la nostra intervistatrice è stata talmente brava da riuscire a capirci qualcosa e a tirare fuori una intervista in piena regola.

Vi consigliamo dunque di andare a leggere il frutto di tanta pena e malriposta fiducia direttamente sul blog in questione, nella sezione “Ink the Kitchen. Se possibile, dovrebbe peggiorare ulteriormente l'opinione che avete di noi (con noi ha funzionato).

Buona lettura!

Pubblicità