Ricette con Spezie

Pollo corsaro alla Coca-Cola

Pollo corsaro alla Coca-Cola

Incredibile come sfreccia il tempo (tra le altre cose) quando si soffre di dissenteria. Ci sembra soltanto ieri che trovammo il primo riferimento al “Talk like a Pirate Day”, eleggendolo immediatamente a “evento stupido del mese™”: lo spunto fondamentale per una nuova ricetta da sperimentare.

Siamo alla 6a ricorrenza dell’evento e ancora non abbiamo smesso (contro il consiglio del nostro medico): abbiamo nuove inedibili ricette simil-caraibiche da rovinare e indossiamo—incredibilmente—ancora lo stesso abbigliamento indegno di sei anni fa! (È probabile non sia mai stato lavato.)

Quest’oggi è la volta di un’altra esperienza traumatica, non solo per voi, ma anche per il pollo coinvolto nella ricetta. Un piatto tipico delle regioni americane del sud, dove evidentemente nessuno si è opposto con sufficiente fermezza alla strampalata idea di annegare un volatile in della Coca-Cola e cuocerlo per un paio d’ore.

Affilate le sciabole, pulite le canne dei cannoni e preparate l’arrembaggio: stasera il menù prevede del pollo alla Coca-Cola!
(Seguito, come sempre, da una rapida volata verso la toilette.)

Continua a leggere, senza timore…

Panpepato natalizio

Panpepato natalizio

Se durante la vostra ultima visita al supermercato anche voi siete stati turbati dall’incessante rotazione di “White Christmas”, “Jingle Bells” ed altre terrificanti canzoni di Natale; se da settimane guardate di malocchio gli addobbi natalizi sulle strade e scorgere le “super offerte” festive vi mette tristezza, questa ricetta è dedicata a voi!

Ma come combattere l’incipiente spirito festivo? Beh, il fuoco si combatte col fuoco, per cui possiamo soltanto ribellarci preparando un tipico dolce natalizio!

In questo caso, prepareremo ciò che i romani chiamavano “Panis mellitus”, gli antichi egizi “Pan di miele”, i monaci medievali tedeschi “Lebkuchen” e noi semplicemente “Panpepato”. Tutti questi nomi vanno a ricordarci che la ricetta è un guazzabuglio arbitrario di ingredienti assortiti, di cui l’unica invariante è la presenza del miele e di varie spezie orientali, per raggiungere l’obiettivo finale di avere un panetto letale dall’odore spaventosamente natalizio!

Avanti…

Pere al vino rosso

Può capitare di sentirsi abbandonati. Quando è il coinquilino ad abbandonarci, la cosa è tutto sommato tollerabile. Se si viene abbandonati per del tiro con l'arco, la situazione diventa effettivamente un po' triste. Tuttavia, venire abbandonati il giorno in cui si è scoperto di dover effettuare il porting di un proprio progetto su Android è insostenibile.

In questi casi un uomo può vedersi costretto a ricorrere ad estreme misure per riuscire a non soggiacere alla tristezza che lo pervade. Queste estreme misure spesso tirano in ballo il consumo di larghe quantità di alcol. Il risultato finale è solitamente simile a quanto mostrato in foto.

Un uomo finito.

Ma prima di arrivare a questo drammatico punto, basta ricordare che il semplice consumo di dolciumi è, a detta di molti, un antidepressivo naturale. Allora, perché non combinare i due elementi — alcol e dolce — in un'unica grandiosa ricetta che ci metta nuovamente in grado di sopportare l'esistenza!

Continua…

Link sponsorizzati