Ricette con Pomodorini

Boba Fett-uccine

Boba Fett-uccine

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana…

Hai sentito anche tu un fremito nella forza? Come se milioni di voci gridassero terrorizzate e ad un tratto si fossero zittite.

Temo sia accaduta una cosa terribile.

No dai, tranquillo, stavolta mi sono ricordato di scaricare in bagno.

Ma qualcosa di infinitamente peggiore! Qualcosa che fa fremere i nostri cuori intimamente nerd

Per la barba di George Lucas, è di nuovo il 4 maggio! Siamo arrivati vivi allo Star Wars day anche quest’anno, nonostante tutto lo stress cardiaco legato a “Star Wars VII”.

Vuoi sapere come va a finire? (Male.)

Focaccia galattica per autostoppisti

Nerd di tutto il mondo unitevi, per un'epocale, importantissimo, radicale e soprattutto terrificante evento noto come il “Towel Day”. Sarebbe a dire il “giorno dell'asciugamano”, per motivi che vi spiegheremo di seguito.

In buona sostanza si celebra il giorno della morte di Douglas Adams, geniale autore del celebre libro “Guida galattica per gli autostoppisti” che lo ha reso famoso in lungo ed in largo per il suo inglesissimo senso dello humour assurdo dal quale, con estrema modestia, ci facciamo spesso ispirare.

Conoscere per filo e per segno la Guida galattica è uno dei tanti requisiti per conseguire il patentino da Nerd™, per cui vi suggeriamo di iniziarne la lettura quanto prima per poter sfruttare gli enormi benefit che il patentino vi assicura (quello di non essere accettati dalla società, in primis).

Non eravamo del tutto concordi su quale ricetta preparare per questo importante evento, soprattutto perché i libri di Adams contengono sempre ingredienti spaziali ed esotici che sono di difficile reperibilità sulla Terra. Alla fine ci siamo decisi per una gustosa focaccia coi pomodorini, perché ci andava.

Leggi il resto di questo fantastico articolo!

Spaghetti asiatici senza pantaloni

Purtroppo a causa del recente disastro atomico alla centrale Dai-ichi di Fukushima, si è sentito molto parlare di dosi di radiazioni, irradiamento e dei relativi effetti negativi. In questi discorsi si utilizza spesso l'unità di misura del sievert (Sv), che in sostanza misura gli effetti che delle radiazioni ionizzanti hanno su un organismo vivente.

Le dosi radioattive più comuni alle quali siamo sottoposti si misurano solitamente in μSv (microsievert). Ciò che non sempre è noto è che un fondo di radiazione è presente bene o male in qualsiasi ambiente e che quindi giornalmente siamo sottoposti ad una dose più o meno preoccupante di radiazioni ionizzanti.

I vari dosaggi, con diversi esempi dalla vita comune, vengono descritti piuttosto bene da questo grafico di xkcd. Come vedete, già mangiare una banana vi sottopone ad una dose di 0.1 μSv circa, per non parlare di un viaggio in aereo. Considerate quindi quanto può essere pericoloso essere in nostra prossimità quando cuciniamo o addirittura consumare un pasto preparato da noi in volo. Rabbrividiamo.

Visto che oggi è il compleanno del nostro amicone Rolf Maximilian Sievert, dal quale l'unità di misura di cui sopra ha tratto il nome, abbiamo pensato di ricordarlo ispirandoci un po' al Giappone (con chiari intenti umanitari) e realizzare dunque una semplice pasta dai toni molto asiatici.

Continua a leggere!

Insalata orbitale Vostok

Cinquanta anni fa, 12 Aprile 1961, un uomo che possiamo riassumere con un singolo attributo, ossia quello di avere le palle quadrate, tale Jurij Gagarin, divenne il primo essere umano nella storia a viaggiare nello spazio.

Il cosmonauta salì nello spazio con la prima missione Vostok, rimanendo in un'orbita ellittica attorno al nostro pianeta per circa 108 minuti e poi rientrando nell'atmosfera. Figo com'era, Jurij si eiettò dalla capsula a pochi minuti da terra ed atterrò con la tuta da cosmonauta ed un paracadute, divertendosi poi a spaventare un po' la popolazione locale.

Prima di questa prima missione con equipaggio umano nello spazio, venivano usati solo cani o dei manichini nei voli orbitali e sub-orbitali. Manichini propriamente chiamati “Space Dummies”, non a caso. Per celebrare questa importante data quindi, vi presentiamo una ricetta imbarazzante eseguita da due cani, per la serie Cooking by Space Dummies.
Buon divertimento e Пролетарии всех стран, соединяйтесь!

L'articolo migliora sensibilmente più avanti…

Cuori d’indivia

Oggi è il 14 febbraio, giorno in cui si celebra la ricorrenza dell'incontro tra la triade del male (Nestlé, Ferrero e Perugina). Le suddette aziende promotrici del nuovo ordine mondiale si riunirono per decretare che quel giorno — originariamente dedicato ad un martire delicatamente lapidato e poi decapitato — divenisse noto da allora in poi come giorno dell'ammore™.

Beh, chi siamo noi per opporci al volere di tali autorità? È con gioia dunque che ci apprestiamo a presentare fotograficamente la ricetta di una amorevolissima cena di lavoro.

(La cena è stata seguita da una sessione di programmazione hardcore, marcata in particolare da un fetish per gli attrezzi USB.)

Continua a leggere!

Naviglio dell’ortofrutta

È raro, ma capita a volte che anche le menti obnubilate come le nostre possano avere delle idee non del tutto da scartare. Beh, non è questo il caso. Tuttavia, dopo un acceso dibattito tra gli scaffali del Conad sulle virtù del Indivia Belga e sulle proprietà del Avocado — terminato con l'acquisto di vegetali seguendo un procedimento totalmente casuale — siamo riusciti ad organizzare una pietanza interessante.

Vi presentiamo dunque una buona poltiglia di ortaggi, servita in delle simpatiche barchette di parmigiano e con un contorno di verdure al forno! La preparazione, oltre ad aver irrimediabilmente intriso di odori formaggiosi l'intera casa, ha richiesto ore di intensissimo lavoro a temperature infernali.

Quale sarà l'epilogo di questo articolo?

Insalata al mandarino

Avete presente quando la fame si fa sentire improvvisamente, ricordandovi in maniera subitanea del fatto che siete stati troppo impegnati su Google Reader e Facebook tutto il giorno per fare la spesa e che purtroppo i supermercati hanno degli insensati orari di chiusura?

Ebbene in questi casi ci sono due scelte che si possono fare: andare a prendere qualcosa dal greco o dal cinese di turno — con conseguenze brutali per il vostro benessere fisico e quello del vostro portafogli — oppure girare per casa alla disperata ricerca di elementi commestibili (che non siano le muffe della doccia).

Questa ricetta è stata composta in una delle tante occasioni in cui i vostri due beniamini hanno optato per la seconda scelta (rimpiangendola ovviamente subito dopo).

Avanti…

Pubblicità