Ricette con Carne

Civero de capriolo in agrodolce

Civero de capriolo

Se seguite il blog da più di un anno dovreste, oltre che consultare un buon analista, sapere ormai che giugno è un mese molto impegnativo per gli autori del blog: Saverio è impegnato nella battaglia senza speranze contro la calura bolognese mentre cerca di assimilare astrusi concetti matematici (ma il metodo del libro sotto il cuscino si rivela stranamente inefficace nonostante i due anni di utilizzo), mentre Lorenz si catapulta nell’urticante mondo della calzamaglia travestendosi da popolano medievale nel “Mercato delle Gaite” di Bevagna.
A voi il giudizio sul chi se la passi peggio.

Come sapranno tutti gli studenti durante la sessione estiva, lo studio folle rende l’organismo molto simile a quello di un’oca sul fronte della nutrizione: si ingerisce cibo in maniera scomposta e disorganizzata per a) alimentare un’attività fine a se stessa come lo studio e/o lo starnazzare b) nullificare le già esigue speranze di superare la prova costume ormai in agguato. Sul fronte medievale invece, le possibilità alimentari di Lorenz si riducono sostanzialmente a panzanella e dosi immonde di birra. Una combo che lo rende praticamente la persona migliore sul pianeta, se non fosse per l’abbigliamento vergognoso. (Ah, e la simpatia degna della cartavetrata, certo.)

Ma quest’anno il vostro eroico cuoco ha avuto il coraggio di partecipare alla preparazione del “piatto gara” del suo rione, la magnifica Gaita San Giorgio, indi per cui avrete l’occasione di leggere la ricetta di un autentico orribile piatto medievale: civero de capriolo in agrodolce!

Ancora, ancora, ancora!

Bistecca scientifica

La bistecca perfetta

Pensate di aver sofferto abbastanza questa settimana grazie alla visione del 64° Festival di Sanremo? Beh, non è così per il nostro dissennato Lorenz che, in barba al suo vegetarianismo, si presterà a preparare un saporito filetto di manzo. E tutto questo, in nome della scienza!

Ci sono diversi motivi (validi o meno) per percorrere la strada dell'astensione dalla carne: per motivi etici, per motivi di salute, per motivi religiosi, perché da bambino la vostra mucca pelouche vi ha parlato in sogno… insomma, per qualsiasi motivo ci si decida di rendersi praticamente impossibili da invitare a cena, questo non dovrebbe riflettersi sulle proprie capacità di cucinare il suddetto ingrediente taboo.

Ed è proprio per questo che Lorenz si cimenterà in questo arduo compito: preparare la bistecca perfetta in maniera scientifica e riproducibile. Non potendosi chiaramente basare sulla propria esperienza, si baserà invece sul tomo sacro del blog: Cooking for Geeks!

Quale sarà l'epilogo di questo articolo?

Momento pubblicità