Cucina italiana

Torta al testo umbra

Torta al testo farcita

“Fame!” È questo tutto ciò che esclamerete vedendo il succulento pezzo di torta al testo farcito mostrato qui a fianco. (Forse esclamerete anche altre cose meno piacevoli, ma dateci un po' di credito…)

Vi presentiamo una ricetta semplice e facile da realizzare, che vi sazierà, vi riempirà di gioia ed assicurerà ogni tipo di successo e felicità: non è un panetto di LSD, bensì la tradizionale torta al testo umbra! Come sempre, trattandosi di una ricetta che si può raccontare in 5 righe, il testo sarà farcito (che finezze!) di inutile nozionismo storico, leggende più o meno vere, immagini stupide ed altre inutilità.

Chiaramente l'intero potenziale di bontà della torta al testo viene scatenato soltanto farcendo la pizza con ingredienti adeguati, dagli insaccati di varie forme all'erba di campo. Sia chiaro: non è strettamente necessario farcire la torta al testo. Ma dopotutto non è necessario neanche alzarsi dal letto la mattina, eppure lo si fa lo stesso (nella maggior parte dei casi perlomeno)...

Leggi il resto di questo fantastico articolo!

Pizza hot-dog

Pizza hot-dog

Si intende per “cucina fusion” la combinazione volontaria di elementi associati solitamente a tradizioni culinarie diverse, per produrre piatti complessi ed innovativi, dal tono moderno ed interculturale. Nel nostro caso l'unico tipo di fusione che riusciamo ad ottenere in cucina è quello del metallo delle padelle. Ma è una perdita che affrontiamo con piacere se significa unire quanto di meglio ha da offrire la cucina italiana (indiscutibilmente la pizza ai primi posti) con l'hot-dog americano…

La fusione di questi due ingredienti produce un unico prodotto italoamericano, misterioso e per certi versi anche pericoloso (una specie di Al Capone pastoso). Se nell'immaginario comune l'unione di italianità ed americanità ha dato origine a gangster, organizzazioni mafiose, contrabbando di liquori e la musica di Madonna, è giusto riscattare i prodotti italoamericani con un piatto geniale come la pizza hot-dog!

Non solo il risultato sembra il figlio illegittimo di un calzone italiano ed una catena di fast-food, ma rappresenta anche un'ottima e subdola idea per far mangiare della carne ad un vegetariano ignaro di ciò che lo attende. Vantaggi per tutti.

Siete pronti? Siete eccitati ed affamati? Avete già imbracciato il vostro fucile a canne mozze? Amuninne picciotti!

Vedi il resto dell'articolo…

Cecina lubrificante

Cecina lubrificante

A volte il cibo non ricopre il solito ruolo, quello banale del nutrimento e del sostentamento fisico. A volte, la preparazione stessa del cibo assurge a rituale. Diventa un motivo per esplorare e scoprire. A volte invece diventa un’occasione per socializzare e comunicare. Alcune rare volte diventa causa di una improvvisa chiamata alla centrale dei pompieri.

A volte il cibo stesso ha uno scopo più nobile, quello di confortare, riscaldare, coccolare. Specie durante le lunghe nebbiose notti di novembre, quando il cibo diventa fonte di calore e consolazione. Un “pasto di conforto” vero e proprio. Altre volte invece il cibo ha soltanto lo scopo di mandarvi precipitosamente al bagno.

Qualsiasi sia la vostra situazione (e l’esito della chiamata ai pompieri mentre siete chiusi al bagno tra rumori irriproducibili), in questa occasione presenteremo un cibo perfetto per una serata novembrina. Non tanto perché sia un piatto caldo o particolarmente ritemprante, ma perché contiene una quantità d’olio tale da permettervi di ignorare completamente la vostra collezione di giacconi invernali grazie al vostro nuovissimo strato di lipidi!

In sostanza, è un ottimo contributo all’inverso della “prova costume”. Cioè, la “prova giaccone”, che va superata affrontando il gelo invernale con la sola protezione di una T-Shirt a maniche corte.

Avanti…

Panzanella del contadino

Cari lettori, dopo così tanto tempo senza nuove ricette né aggiornamenti, vi sarete certamente interrogati su che fine avessero fatto i vostri due cuochi più svampiti del web! Ebbene, è una domanda che ci facciamo spesso anche noi al risveglio...
Sia come sia, abbiamo delle ottime giustificazioni alla nostra temporanea assenza ed intendiamo rimediare con una “succulenta” quanto semplice ricetta estremamente estiva che vi permetterà di affrontare con molta più serenità i mesi di caldo che ci attendono tutti.

Ma prima le giustificazioni, come sui banchi di scuola. Orbene, il caso vuole che proprio negli ultimi 10 giorni si sia svolta la manifestazione de “Il mercato delle Gaite” in quel di Bevagna, cosa che ha obbligato Lorenz a rendersi ridicolo ogni sera con uno spettacolare abito medievale con calzamaglia. D'altra parte ha anche avuto inizio la stagione internazionale dei matrimoni (che coincide grossomodo con l'estate), che ha obbligato Saverio ad interminabili pranzi e cene con relative quantità disumane di alcolici (e per come lo conoscete, non si è di certo tirato indietro).

Spero che avremo la vostra comprensione se, in questo stato di ebbra medievalità, non siamo stati in grado di compilare ricette. Ma ripareremo subito al danno pubblicando una gustosa panzanella a base di insalata e pane, un piatto estremamente innovativo e complesso!

Vuoi sapere come va a finire? (Male.)

Tiramisù repubblicano

Tiramisù repubblicano

Fratelli (e sorelle) d'Italia, oggi anche noi festeggiamo con grande sentimento patriottico (o patriottismo acquisito per taluni) la Festa della Repubblica!

Vi ricordiamo che, trattandosi in pratica della celebrazione del referendum che ha deciso la forma di stato dell'Italia ed ha dunque abolito il regno e la monarchia, nei prossimi giorni ci saranno molti altri simpatici referendum (il 12 ed il 13 giugno per essere precisi). Non saranno importanti come quello del 1946, ma non sono da buttar via diciamo. Non ci importa se votate sì, no, boh, forse... l'importante è che votiate!

Dopo questo messaggio elettoral-politico, vi presentiamo la ricetta vera e propria. Ora, siccome il referendum di cui parlavamo ha effettivamente decretato la fine del regno del casato dei Savoia (non per quanto riguarda gli spot pubblicitari delle olive Saclà però), ci sembra giusto ricordare la nobile famiglia con un piatto a base di savoiardi.

Banco alle ciance, prepariamo un nobilissimo, politicamente neutrale, gustoso e soprattutto repubblicano tiramisù!

Avanti…

Focaccia galattica per autostoppisti

Nerd di tutto il mondo unitevi, per un'epocale, importantissimo, radicale e soprattutto terrificante evento noto come il “Towel Day”. Sarebbe a dire il “giorno dell'asciugamano”, per motivi che vi spiegheremo di seguito.

In buona sostanza si celebra il giorno della morte di Douglas Adams, geniale autore del celebre libro “Guida galattica per gli autostoppisti” che lo ha reso famoso in lungo ed in largo per il suo inglesissimo senso dello humour assurdo dal quale, con estrema modestia, ci facciamo spesso ispirare.

Conoscere per filo e per segno la Guida galattica è uno dei tanti requisiti per conseguire il patentino da Nerd™, per cui vi suggeriamo di iniziarne la lettura quanto prima per poter sfruttare gli enormi benefit che il patentino vi assicura (quello di non essere accettati dalla società, in primis).

Non eravamo del tutto concordi su quale ricetta preparare per questo importante evento, soprattutto perché i libri di Adams contengono sempre ingredienti spaziali ed esotici che sono di difficile reperibilità sulla Terra. Alla fine ci siamo decisi per una gustosa focaccia coi pomodorini, perché ci andava.

Quale sarà l'epilogo di questo articolo?

Minimum Spanning Supplì

Anche oggi, Cooking by Dummies torna a celebrare un evento estremamente importante per informatici e teorici della matematica: il giorno natale di Edsger W. Dijkstra, geniaccio olandese che ha contribuito in maniera importante a campi della scienza che interessano meno dello 0.1 percentile della popolazione mondiale.

Tra i suoi raggiungimenti più alti, possiamo annoverare il celeberrimo algoritmo di Dijkstra (incubo di ogni studente d'informatica durante i primi anni), uno dei primi compilatori a supportare la ricorsione e l'invenzione dei “semafori” (prima di Dijkstra ci si schiantava regolarmente agli incroci in città).
Abbiamo perso metà del pubblico già al secondo paragrafo.

Quindi, posto che la vita di oggi non sarebbe mai stata la stessa senza il lavoro incommensurabile del nostro informatico preferito di Rotterdam, celebriamo il suo compleanno con una ricetta che prende spunto dalla struttura matematica del grafo e ne riprende l'indubbia eleganza formale.

Tra l'altro, pochi lo sanno (noi due e basta in realtà), ma Dijkstra andava ghiotto di questo cibo: i supplì di riso!

Leggi il resto di questo fantastico articolo!

La pappa dello Jedi

La pappa dello Jedi

La cultura nerd ormai pervade la vita quotidiana di mezzo mondo, grazie sia a divertenti serie TV apprezzate anche dal pubblico “normale”, che ai martiri come noi che si prendono la briga di celebrare usanze e stranezze dai toni nerdeggianti senza alcun senso di vergogna (o nascondendolo molto bene).

Questo si aggiunge ovviamente a tutta una serie di motivazioni utilitaristiche che potrebbero spingervi a tollerare la presenza imbarazzante e spesso poco profumata di un nerd per approfittare del suo know-how tecnico.

Se già il PI Greco day era un’occorrenza piuttosto biasimevole, lo Star Wars day che oggi ci accingiamo a celebrare, lo è forse ancor di più. Non faremo come il bambino pacioccoso che salta in giro per la cameretta con un bastone, ma ci avvicineremo molto…

Quale sarà l'epilogo di questo articolo?

Menù Dantesco

Nella nostra lunga carriera di blogger e cuochi scalcinati, ci hanno spesso riempito di epiteti (e di insulti... effettivamente più insulti che epiteti, a pensarci bene). Tra gli epiteti più gettonati possiamo annoverare quello di “sommi cuochi” o “cuoco vate” (oppure era “cuoco water”?), casualmente gli stessi titoli che si usano solitamente per parlare di Dante Alighieri, il sommo poeta.

Quest'oggi celebriamo una ricorrenza estremamente significativa legata proprio a questo personaggio storico: l'anniversario della prima stampa della “Divina Commedia” di Dante, avvenuta il giorno 11 Aprile del 1472. L'occasione, inoltre, è particolarmente significativa perché la stampa è stata prodotta proprio a Foligno, vicino ai luoghi in cui bazzica solitamente Lorenz quando non si trova in qualche rifugio alpino.

Notate anche che la preziosa prima edizione della “Commedia” è — come tutto del resto — disponibile per l'acquisto su Amazon.com (noi otteniamo una piccola percentuale, per cui se doveste acquistarne una copia il ricavato basterebbe per mandare avanti il blog per circa 8 anni).

In segno di rispetto verso l'opera di Dante, il nostro menù dantesco sarà suddiviso in 3 portate che rispecchiano le tre cantiche della Commedia: Una nuova speranza, L'Impero colpisce ancora e Il ritorno... no, aspetta. Inferno, Purgatorio e Paradiso. Ecco.

Bando alle ciance:
Incomincia la Comedia di Dante Alleghieri di Fiorenza, ne la quale tratta de le pene e punimenti de’ vizi e de’ meriti e premi de le virtù...

Ancora, ancora, ancora!

Pizza del risorgimento

150 anni or sono il parlamento subalpino proclamò Vittorio Emanuele II «Re d'Italia, per grazia di Dio e volontà della nazione». Oggi, 17 marzo 2011, Cooking by Dummies dà luogo ad un evento di gran lunga più importante, la cui risonanza varca le frontiere italiche per portare scompiglio tra le genti di ogni luogo. Stiamo parlando della pubblicazione della ricetta per fare la pizza!

Per non dar luogo a conflitti fra eventi di tale misura abbiamo deciso di rendere il tutto più “risorgimentale” chiedendo ad un importante esponente del processo di unificazione italiano di guidarci nella preparazione di tale prelibato piatto: il nizzardo Giuseppe Garibaldi.

Sì, è il manico della scopa.

Vuoi sapere come va a finire? (Male.)

Pubblicità