Muffin di Halloween

Come ogni anno, sta arrivando la stagione invernale che con lei porta il freddo, il maltempo (che poi c'è sempre, ma sparisce proprio nei giorni in cui serve), le festività mangerecce, le castagne, la neve per i più fortunati... e le zucche!

Nessun ortaggio rappresenta più pienamente l'arrivo della stagione, ed in particolare la festività di Halloween, come la zucca. Ogni anno quindi aspettiamo con incredibile impazienza di poter consumare in tutte le loro varianti piatti a base di questo ortaggio... soltanto per accorgerci ogni anno del fatto che in realtà a noi la zucca fa un pochino schifo.

E non perché abbia un colore, una consistenza od una forma poco invitante: anzi. Bensì proprio perché a nostro giudizio insindacabile non esiste una pietanza che venga nobilitata dalla presenza della zucca. Ora, potreste (ingiustamente) ascrivere questo fatto al nostro essere dei cuochi incapaci... ed avreste perfettamente ragione. Ciononostante, intendiamo presentarvi la ricetta per dei dolciumi a base di zucca che fanno sì schifo, ma sono molto carini da vedere.

Tra l'altro questo dolce racchiude perfettamente in sé il concetto di “dolcetto e scherzetto”!

Gli ingredienti (per 14 muffin)

Le seguenti quantità sono sufficienti per poco più di una dozzina di muffin di medie dimensioni. Fate conto che 14 muffin sono una quantità esagerata e che nessuna delle cavie a cui li sottoporrete ne mangerà più di un assaggino... Limitate le quantità di conseguenza.

Vanillina
Più di un tester ci ha fatto notare che la vanillina “non è perfettamente compatibile con questa pietanza” (in realtà hanno usato un linguaggio più colorito che vi facciamo immaginare). Noi la menzioniamo comunque negli ingredienti perché siamo delle persone pessime e vogliamo che anche i vostri muffin facciano schifo.
  • 250 g di formaggio cremoso tipo Philadelphia,
  • 250 g di zucchero,
  • 500 g di zucca,
  • Dell'olio d'oliva,
  • 1 busta di vanillina (opzionale),
  • 3 uova,
  • 400 g di farina,
  • 2 cucchiaini di bicarbonato,
  • ½ cucchiaino di sale,
  • 2 cucchiaini di cannella,
  • ½ cucchiaino di noce moscata,
  • Semi di zucca.

La preparazione

La zucca ha un grosso vantaggio sugli altri ortaggi: non è necessario lavarla! Tuttavia, negli innumerevoli svantaggi che possiamo annoverare (tra cui l'assenza di un gusto apprezzabile), si trova anche il fatto che sia piuttosto faticosa da tagliare a cubetti.

Mentre svolgete questo compito, dovrete liberare il centro della zucca dalla bava ectoplasmatica arancione che contiene i semi di zucca. Tale bava va buttata ignobilmente nel cestino (dove continuerà a spaventare le altre cose presenti nel cestino per i prossimi giorni). Tuttavia potreste avere l'idea di cercare di salvare i semi di zucca per decorare i muffin che state producendo: sebbene apparentemente questo abbia senso e sia carino, il fatto è che spesso i semi di zucca hanno un gusto amaro, per cui vi conviene comprare quelli secchi al supermercato (renderete anche molto più contento il vostro negoziante).

Una volta ridotta a cubetti la zucca, è giunta l'ora di annichilirla in modo da poterla usare in qualcos'altro che non siano delle costruzioni rudimentali tipo Lego. Come procedere in questo caso è lasciato alla vostra fantasia: una grattugia circolare nel nostro caso ha funzionato perfettamente, seguita poi da una veloce passata con un frullatore ad immersione.

Se non disponete di questi mezzi — oppure se siete molto meno pazienti di noi — la dinamite sembra possa avere un'energia sufficiente a svolgere lo stesso compito.

Il resto della complessa ricetta si può riassumere nella seguente frase: gettate la zucca in un contenitore ed aggiungete tutti gli altri ingredienti (fatta eccezione per il formaggio cremoso). Mescolate con molto vigore, come se vedere gli ingredienti ammassati nel contenitore non vi abbia fatto passare immediatamente tutto l'appetito.

Cuore
Come per la vanillina di cui sopra, alcuni tester ci hanno fatto notare che “il gusto del Philadelphia non c'entra un'emerita mazza con i muffin” (anche in questo caso hanno utilizzato un linguaggio più colorito per esprimere il medesimo concetto).
Altri invece hanno fatto notare che la cremosità del cuore formaggioso è stata l'unica cosa che ha permesso loro di strozzare il dolcetto.
Agite come meglio credete: potreste ad esempio sostituire il Philadelphia con il nuovissimo Philadelphia al cioccolato per avere un muffin di sicuro successo! Ma poi senza facce disgustate dov'è il divertimento della cena di Halloween?

Ora passiamo a riempire le formine dei muffin. Per ottenere il nostro malefico scopo finale, ossia quello di avere un muffin col cuore formaggioso, si procede con due colate successive di composto: il primo fa da strato inferiore e dovrebbe riempire poco meno di metà formina. Dopodiché potrete adagiare con cura una pallina di Philadelphia (grosso un po' meno di una noce, circa) al centro e ricoprire il tutto con dell'altro composto.

Ricordate che l'impasto di zucca si gonfia durante la cottura, per cui cercate di non riempire completamente la formina.

Quando le formine sono tutte adeguatamente preparate, infornatele per circa 20 minuti a 200°C. Controllate che l'impasto sia cotto ed asciutto con uno spillo e poi sfornate. Servite una volta raffreddati sufficientemente: questo aiuterà i commensali a superare almeno l'impatto con la temperatura, sebbene non aiuti invece sul fronte del gusto.

In tavola

Ed ecco il risultato finale delle vostre pene infernali in cucina: dei simpatici muffin tanto carini, con un cuore formaggioso dal gusto salato, che farà soffrire pene infernali anche ai vostri invitati per la cena di Halloween. Ben gli sta!

La musica

Dopo il (quasi assicurato) fallimento dei vostri muffin di zucca, preparati con tantissimo amore, vi vorrete di certo sfogare con la motivazione primaria della vostra disfatta culinaria: la zucca! Di seguito trovate un violentissimo video che mostra zucche infrangersi su un tavolo a 1000 fotogrammi al secondo. Affascinante ed horrorifico.

Pubblicità

Condividi!

Commenti, adulazioni ed insulti!

Ci sono 5 commenti. Festeggeremo moderatamente.
FranS
FranS

Una ricetta veramente ben fatta, puntuale nei consigli, sagace nell’ironia e resa squisitamente appetibile.

PS=Vi ho messo paura, eh?

Per un attimo sono rimasto sinceramente sconvolto.

Ragazzi…io vi adoro!!! Siete assunti come miei aiuto cuochi (non sono così folle da affidarvi la cucina). Litigatevi pure il ruolo del lavapiatti, vedere un po’ di sana violenza non guasta. Vi seguirò costantemente questo è sicuro!

Vi aspetto in cambusa (non siete tenuti a lavarvi le mani, potete venire con le divise luride e gli insulti tra colleghi sono i benvenuti)

Stare facendo un buon lavoro continuate così, parola di

Maky Piratessa

Grazie Maky, e anche se a noi si addice di più il ruolo di sporcapiatti che di lavapiatti, accettiamo con sommo gaudio!
Complimenti per il blog! Provvederemo a copiare qualche ricetta (e a rovinarne l’esecuzione) quanto prima…
I peperoni ripieni vegetariani già mi attirano parecchio! :)

Fatemi sapere se vi riesce di migliorare le mie ricette, ve ne sarei infinitamente grata…ultimamente mangio solo pane e Philadelphia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *