Pere al vino rosso

Può capitare di sentirsi abbandonati. Quando è il coinquilino ad abbandonarci, la cosa è tutto sommato tollerabile. Se si viene abbandonati per del tiro con l'arco, la situazione diventa effettivamente un po' triste. Tuttavia, venire abbandonati il giorno in cui si è scoperto di dover effettuare il porting di un proprio progetto su Android è insostenibile.

In questi casi un uomo può vedersi costretto a ricorrere ad estreme misure per riuscire a non soggiacere alla tristezza che lo pervade. Queste estreme misure spesso tirano in ballo il consumo di larghe quantità di alcol. Il risultato finale è solitamente simile a quanto mostrato in foto.

Un uomo finito.

Ma prima di arrivare a questo drammatico punto, basta ricordare che il semplice consumo di dolciumi è, a detta di molti, un antidepressivo naturale. Allora, perché non combinare i due elementi — alcol e dolce — in un'unica grandiosa ricetta che ci metta nuovamente in grado di sopportare l'esistenza!

Ingredienti (per persona)

  • Una pera Williams abbastanza matura (altre specie di pere sono espressamente proibite),
  • Un quantitativo arbitrario di vino rosso,
  • Cannella (in stecche),
  • Chiodi di garofano,
  • Pepe nero (opzionale).

Preparazione

La ricetta è estremamente facile e può essere personalizzata in svariati modi.

Tutto ha però inizio con le pere, che vanno lavate e private della buccia accuratamente.

Da notare anche che se state preparando il dessert da soli ed intendete fotografarvi, è necessaria un'abilità fuori dal comune con l'autoscatto!

Una volta mondate, le pere vanno tagliate in quarti (o ottavi, o qualsiasi altro numero razionale vi vada a genio).
Il risultato di cotal titanico sforzo.

Si passa ora alla preparazione della brodaglia nella quale le pere verranno cotte e grazie alla quale assumeranno un colorito disgustoso.

Versate una copiosa quantità di vino rosso in una padella ed aggiungete le spezie.
Avviso
Doveste aggiungere le porcherie menzionate qui a fianco, e sarebbe un errore farlo, siate sicuri di preparare il piatto per voi e per voi soltanto.
Tenete una bacinella a portata di mano.

Ricordate che, sebbene le spezie vengano aggiunte soltanto per auto-convincere il cuoco di aver fatto qualcosa durante la preparazione di questa banale ricetta, sono abbastanza importanti per dare un gusto interessante alle pere. A tal fine potete tranquillamente aggiungere anche altre spezie che troverete in giro per casa: noce moscata, zenzero, funghi porcini, ketchup... Non ponete freno alla vostra fantasia perversa!

Scaldate tutto su fuoco moderato.

Il nostro team di consulenti scientifici ci avverte inoltre che il vino — per ragioni a noi ignote, ma sospettiamo che sia colpa del Bosone di Higgs — ha un punto di ebollizione inferiore a quello dell'acqua. Indi per cui, non allontanatevi mentre la brodaglia evapora.

Una volta che il vino sarà sufficientemente caldo, ma non necessariamente in ebollizione, aggiungete le pere.

Notare con quanta classe le pere vengano adagiate nella padella.
Le pere ancora ignare dell'orribile fine che faranno.

Mettete un coperchio sulla padella ed aspettate alcune ere geologiche. A seconda del tipo di pera, può essere necessario diverso tempo (mezz'ora o più) prima che diventino tutte sufficientemente cotte e quindi molli ed imbevute di vino.

Occasionalmente, voltate le pere per assicurarvi che la cottura sia omogenea.

Verificate la cottura con qualcosa di appuntito (sono sicuro che abbiate varie opzioni più o meno letali in giro per casa) e quindi estraete il prezioso prodotto.

Servire in tavola

Dopo aver estratto le pere cotte, potete lasciarle raffreddare per un po'. Nel frattempo potete continuare a far bollire a fuoco lento il vino nella padella coperta dal coperchio. Il composto dovrebbe assumere la consistenza di una densa melassa. Cercate di spegnere il fuoco prima che il tutto diventi parte integrante del teflon della padella.

Servire cospargendo col resto di vino sciropposo.

Se il piatto non deve essere mangiato da strani individui che non sopportano il pepe e con cui magari condividete un'abitazione, potete anche cospargere il tutto con tale spezia.

Abbinate con un gelato e siate felici del risultato (finché non lo assaggerete)!

La musica

Trovare un brano a tema di pere è praticamente impossibile (per alcune definizioni di “pere”, se non altro), per cui ci accontentiamo di una canzone sulla cannella (spezia per la quale non ci vengono in mente significati alternativi al momento).

Advertisements

Condividi!

Commenti, adulazioni ed insulti!

Ancora nessun commento?! Scrivi subito qualcosa per correggere questo errore imperdonabile…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *