True Bloody Mary

Quest'anno c'è un motivo in particolare per apprezzare il mese di Giugno, oltre a quelli soliti (il caldo finalmente estivo, gli improvvisi acquazzoni che vi sollevano dall'incarico di innaffiare le piante, la fine della scuola/delle lezioni, etc). Dal 26 Giugno infatti negli States ha iniziato ad andare in onda la 4a stagione di True Blood.

La celebre serie televisiva cavalca l'onda di successo di zombie e vampiri, con il solito contorno di lupi mannari, riti voodoo e altre carnevalate. Ma quello che rende speciale questa serie TV è soprattutto l'ambientazione nel profondo sud degli USA, in uno sperduto paesino rurale della Louisiana, con relativi accenti southern, paludi e bifolchi alla guida di pick-up e armati di fucile da caccia. Questo, e le frequenti scene di nudità e sesso. Che non fanno mai male.

Effettivamente le scene esplicite sono forse una delle motivazioni migliori per seguire gli episodi della serie, sia sul fronte femminile che maschile. Per non essere da meno, di fianco potete ammirare deplorare Lorenz nella sua migliore peggiore interpretazione di Eric Northman (inspiegabilmente a torso nudo nella metà delle sue scene). Notate che il vostro cuoco in foto ha la notevole proprietà di non riuscire ad abbronzarsi, neanche fosse un vampiro.

Tutto questo popò di introduzione per quale motivo? Non so... ce ne siamo dimenticati. In ogni caso, voleste organizzarvi correttamente per la visione dei nuovi episodi di True Blood (o quelli vecchi se non li avete ancora visti), vi occorre naturalmente preparare un drink consono all'ambientazione vampiresca. Non c'è niente di meglio di un bel Bloody Mary!

Gli ingredienti

Questo drink è noto come il “cocktail più complesso del mondo”, se non altro perché è un guazzabuglio di ingredienti completamente a caso. Vi serviranno le seguenti cose che sicuramente non avete a casa:

  • 3 parti di Vodka.
  • 6 parti di passata di pomodoro (densa e vellutata).
  • 1 parte di spremuta di limone.
  • Tabasco.
  • Salsa Worcestershire.
  • Sale e pepe.
  • Un sedano per guarnire.
Ecco tutto il necessario. In più, sullo sfondo, gli obbligatori denti da vampiro.

Se riuscite a procurarvi tutti questi rari ed esotici ingredienti (altro che le terre rare cinesi), siete pronti.

La preparazione

Hi y'all, la cosa positiva di preparare un cocktail è che il tutto è relativamente facile, soprattutto se si riduce a “buttare tutto in un contenitore e mescolare”. Ma facciamo le cose con ordine...

Preparate con cura gli ingredienti freschi: lavate il sedano (importantissimo) e spremete il limone. Assicuratevi di risparmiare una fettina di limone come decorazione.

Per iniziare aggiungete uno “goccio” (quello che si definisce “a dash” nell'arcano linguaggio dei bartender anglofoni) di salsa Worcestershire e uno di tabasco. Aggiungete un po' di pepe appena macinato e sale. Se avete un improvviso desiderio irrefrenabile di barbeque, è naturale.

Per farvi passare l'appetito immediatamente, aggiungete le tre parti di vodka a temperature glaciali.

Ora aggiungete le sei parti di passata di pomodoro (in sostanza fino a riempire il bicchiere). Attenzione nel misurare le parti, specie se usate un bicchiere con circonferenza non costante: come riferimento potete usare un piccolo bicchierino oppure addirittura un misurino (è chiaro che non apparirete ugualmente fighi in questo caso durante la preparazione).

Infine, aggiungete il succo di limone appena spremuto (dovrebbe essere pari circa ad una parte di liquido su sette).

Prendete il sedano, liberatelo dei vari steli periferici di troppo ed usatelo per mescolare il drink. Qui come sempre le versioni sono molte: c'è chi lo preferisce shakerato, chi invece preferisce una mescolata approssimativa... La scelta sta a voi, tanto rimane il fatto che nello stomaco il tutto avrà un aspetto piuttosto simile alla fine e che l'effetto finale (il vostro stato di ebbrezza molesta) sarà ugualmente raggiunto.

Chug!

Il drink che avete preparato va servito on the rocks e con una guarnizione più o meno casuale, qualsiasi cosa che andrebbe bene ad un barbeque va bene anche in questo caso. Il sedano è un classico, la fettina di limone pure, ma ci sono foto aberranti che mostrano guarnizioni di cetriolini sottaceto, cipolline o addirittura gamberetti.

Molto meglio di un Tru Blood A positivo a temperatura ambiente!

La musica

Siccome l'intro di True Blood, con il pezzo “Bad Things” di Jace Everett, è talmente epico da aver vinto un Emmy come miglior titolo, è giustissimo riproporvelo per mettervi nello stato d'animo giusto e prepararvi al prossimo episodio di vampiri e sangue nella bassa Louisiana.

Momento pubblicità

Condividi!

Commenti, adulazioni ed insulti!

Soltanto 4 commenti: sarà il caso di aggiungerne qualcuno!
FranS
FranS

DISGUSTOSO! Sotto tutti i punti di vista…

Per quanto riguarda il cocktail devo purtroppo smentirti. :)

Per quanto riguarda invece le foto desnudo, ovviamente non sei tu il target più adatto ad apprezzarle. Puntiamo ad un pubblico cieco effettivamente…

Kiara
Kiara

Eri meglio di Eric…

Come barman, senza dubbio. :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *