Zuppa di Halloween

Zuppa di Halloween

In occasione del 31 Ottobre, abbiamo deciso di piegarci alle esigenze commerciali di pubblicare qualcosa di attuale e di utile (per cambiare): come da tradizione si celebra la notte di Halloween con la preparazione di un Jack-o’-lantern (anche noto col nome parecchio più scomodo di “zucca vuota con candela dentro”).

Halloween è una contrazione di [All-]Hallow’s Eve[ning], ossia la notte che precede la festa di Ognissanti. Sempre Wikipedia ci insegna che, come al solito, si trattava di una qualche festività pagana—piena probabilmente di interessanti tradizioni orgiastiche a base di zucca—successivamente tramutata in festa cristiana (con la rimozione dei bagordi e delle orgie, con sommo nostro dispiacere).

Allo scopo di produrre la nostra lanterna, ci accingiamo a descrivere una ricetta che può aiutarvi ad eliminare i resti della zucca in maniera efficiente (il percorso attraversa il vostro intestino).

Ingredienti (per 2 persone)

Ed ecco i magnifici ingredienti. Il MacBook e le ciotoline radioattive sono opzionali.
  • 700g di zucca,
  • 3 cucchiaini di curry,
  • 1,5 cucchiaini di sale,
  • 2 cipolle scalogno,
  • 3dl di succo d’arancia,
  • 200g di panna (parzialmente scremata o “light”),
  • Un pizzico di passata di pomodoro (buona fortuna).

La zucca

Il problema di questo magnifico ortaggio è che, come spesso accade, sostanzialmente possiede una forma ed una composizione estremamente scomoda. In attesa quindi che gli sviluppi degli OGM permettano di avere zucche a forma cubica e scomponibili con semplicità, mettetevi l’anima in pace e preparatevi ad una sudata lotta col vostro avversario dal colore arancione.

Se, a differenza nostra, disponete di un intelletto, potete anche procacciarvi dei pezzi di zucca già tagliata in comode vaschette dal vostro supermercato di fiducia. Ovviamente questo vi preclude un sacco di attività divertenti quali, ad esempio, il bowling con gli altri ingredienti usati come birilli!

Una entusiasmante partita domestica di bowling.

Bene, dopo aver usato la zucca per il suo vero scopo, è giunto il momento di salutarla. Consegnatela in mano al vostro coinquilino socialmente pericoloso e dategli una lama affilata.

Il massacro della zucca.

Una volta delicatamente aperta, è possibile estrarre il contenuto polposo senza necessariamente rovinare l’esterno (fondamentale per la lanterna). Per fare ciò, armatevi di tantissima pazienza.

Utilizzate—come abbiamo fatto noi—dei sofisticati strumenti di precisione per misurare la giusta quantità di zucca che vi serve.

Il risultato finale è una zucca svuotata e dei simpatici cubetti di zucca. La perdita di qualche arto è un’altra conseguenza possibile se non prestate attenzione.

Lorenz
È anche possibile estrarre i semi di zucca e metterli ad essiccare per poi usarli in qualche altra ricetta. Questo se il vostro solerte coinquilino non butta via tutto prima.
Il risultato finale (arti recisi non visibili in foto).

Preparazione

Per iniziare la cottura, prepariamo un soffritto di cipolla.

Le ultime pulsioni maniacali del tagliatore possono essere sfogate sullo scalogno.

Una volta imbiondito a sufficienza, aggiungiamo il curry e facciamo soffriggere per pochissimo tempo.

Non avete già l’acquolina in bocca?

Ora si passa al momento più importante e complesso della ricetta: buttare tutto nel pentolone. Metteteci i cubetti di zucca, ricoprite di liquido (succo d’arancia, se non sufficiente per coprire la zucca aggiungete acqua) ed il sale (lasciate la panna per il momento).

Ecco l’aspetto del mefitico composto.

Come detto, la zucca deve essere ricoperta di liquido per cui aggiungete acqua a volontà (o altro succo d’arancia).

Assaggiate per verificare di aver salato abbastanza. In caso potete aggiungere anche un po’ di dado, come mostra la splendida foto dell’autore qui a fianco.

Potete spegnere il fuoco quando la zucca raggiunge una consistenza molle e viene attraversata facilmente con un coltello. Aggiungete la panna e frullate tutto senza alcuna pietà.

Il frullatore ad immersione ed una chiarissima guida all’uso che se ne deve fare.
(Scudo contro gli schizzi di zucca non incluso. Per lo scudo fiscale aspettate un prossimo post.)

In tavola

Dopo aver frullato tutto, sperando che il composto assuma una gradevole consistenza zupposa, potete servire il piatto.

Notare il disgusto perfettamente dissimulato.

Halloween

Ma sorvoliamo sulla zuppa: ricorderete che l’unica motivazione per l’acquisto dell’ortaggio era essenzialmente la creazione di una lanterna per Halloween. Ebbene, è il momento di intagliarla!

“Mi spiace zuccone. O tu, o io.”

Ed ecco il risultato finale!

Il nostro zuccone di Halloween.

Non ci resta che augurarvi buon Halloween, ricordandovi inoltre il passaggio da ora solare ad ora legale. (Con questo abbiamo adempiuto ai nostri obblighi di utilità sociale per il corrente anno.)

Advertisements

Condividi!

Commenti, adulazioni ed insulti!

Ci sono alcuni commenti, ma siamo sicuri che potrebbero essere ancor più ruffiani. Vai!
Piervincenzo
Piervincenzo
Bibbi
Bibbi

SIETE FRIGHISSIMI!!!! :) :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *